Prodotto aggiunto alla wishlist

Blog

Tessuto elettrostatico contro i dolori muscolari
Tecnologia

Tessuto elettrostatico contro i dolori muscolari

dolori muscolari a volte sembrano arrivare d'improvviso, ma in realtà le loro fonti si accumulano spesso per anni. Sono legate a una enorme quantità di fattori, dalla postura errata, all'impossibilità di scaricare la tensione che durante il giorno si accumula e che la notte si fa sentire maggiormente, impedendo un sonno ristoratore.

Il problema cresce fino a quando diventa intollerabile e la muscolatura si intorpidisce, impedendo anche i movimenti più semplici. Le soluzioni a disposizione spesso sono poco soddisfacenti e la via farmacologica offre soltanto sollievo temporaneo, perché cura i sintomi, ma non la causa.

Le microcorrenti contro il dolore

Infiammazioni, dolori acuti ed edemi che si possono riscontrare nel caso di traumi, problemi reumatici e conseguenze post operatorie, si inseriscono in quadri clinici più complessi, tali da rendere impossibile un recupero soddisfacente in tempi accettabili.

Anche la cattiva circolazione, dovuta in molti casi ad una dieta sbagliata e ad una vita sedentaria, aggrava la situazione. Da tempo è noto come il calore e l'utilizzo di massaggi locali apportino un beneficio duraturo ai problemi di origine muscolare.

La ricerca scientifica si è concentrata su questo elemento, portando allo sviluppo di macchinari per la biostimolazione elettrica, diffusi in ambiente fisiatrico, ma che richiedono un utilizzo localizzato e si impiegano per il trattamento di casi particolarmente fastidiosi o gravi.

Tessuti biostimolatori

Visto però che la lana è considerata una delle fibre più adatte per ridurre il dolore, ne è stata studiata la struttura, scoprendo che una parte dei vantaggi è legata al fatto che la frizione determina la produzione di campi elettromagnetici localizzati, che aiutano notevolmente a stimolare il microcircolo e il rilassamento muscolare locale.

Spikenergy ha quindi sviluppato un tessuto tecnico particolare per realizzare fasce per i dolori muscolari, con proprietà conduttive ottimizzate. Le fibre sono realizzate con zinco, silicio e rame in una trama di poliestere, un materiale traspirante ed elettrostaticamente neutro.

Il tessuto Spikenergy si presta in maniera ottima per la microstimolazione e la produzione di correnti superficiali, frutto di più di 10 anni di ricerca nel settore con la collaborazione di specialisti e medici che unisce l'effetto passivo delle fasce per il dolore muscolare a quello stimolante della corrente elettrica superficiale a basso potenziale.

I vantaggi per la salute sono assimilabili a quelli che si hanno con i dispositivi per l'allenamento passivo che mantengono in movimento le fibre muscolari e favoriscono la circolazione e la magnetoterapia, le cui proprietà sono note già da anni.

L'impiego di fibre, che contengono al loro interno derivati del silicio, del rame e dello zinco, garantisce inoltre che i tessuti siano morbidi, facilmente gestibili o utilizzabili per realizzare fasce stimolanti muscolari oltre che altri prodotti tutti rigorosamente atossici e antiallergici.

Riduzione degli accumuli

Il campo elettrico prodotto per frizione sulla pelle che viene a contatto con le fibre Spikenergy, stimola l'attività delle fibre muscolari, rivitalizza gli strati cellulari e riduce gli accumuli di acqua, favorendo anche contrazioni di piccola entità, che in molti casi si sono dimostrate efficaci, ad esempio per ridurre problemi di accumulo adiposo locale e di cellulite.

Sono molto importanti per il dolore muscolare cronico, che risulta attenuato, anche perché il tessuto conduttivo ridistribuisce le cariche negative accumulate sulla pelle, impedendo che queste causino contratture, anche croniche. 

I primi effetti positivi che si notano sono un calo del senso di prurito, perchè i capillari ricominciano a pulsare come quando siamo poco coperti in estate e una riduzione dei cuscinetti di grasso cutaneo. A differenza delle comuni fasce muscolari contro i dolori, quelle basate sul tessuto Spike sono attive, quindi non si ha solo un effetto massaggiante legato alla loro elasticità, ma anche una produzione e distribuzione di cariche assorbite dalla pelle, in base al grado di umidità che viene rilasciato dal sudore e dal movimento.


Le fasce sono morbide e quasi indistinguibili rispetto al normale tessuto in lana o in poliestere, ma la loro proprietà attiva da i primi segni di funzionamento non appena si indossa, con una leggera sensazione stimolante, perché le cariche residuali vengono scaricate sulla pelle.