Prodotto aggiunto alla wishlist

Blog

Mal di schiena e dolori cervicali: l'eredità dello smart working
Dolori

Mal di schiena e dolori cervicali: l'eredità dello smart working

Al giorno d'oggi ci sono sempre più persone che soffrono di dolori posturali. Occorre dunque sfruttare in maniera idonea le giuste soluzioni che garantiscano una pronta ripresa e la possibilità di svolgere le normali attività senza problemi. Ecco tutto quello che serve sapere, soprattutto in merito a rimedi efficaci da poter utilizzare.

Artrosi: un disturbo sempre più frequente

Negli ultimi tempi sono andati sempre più aumentando i dolori causati dall'artrosi, anche per via della pandemia da Coronavirus. Purtroppo, questa patologia si caratterizza per essere causata dalla distruzione progressiva delle cartilagini articolari. Ciò comporta un dolore alquanto marcato in alcune zone del corpo, in particolar modo a livello della schiena. 

Questa patologia può essere favorita anche da traumi e anomalie posturali, oltre che dall'età e da disturbi a carico delle cartilagini, come l'artrite reumatoide. Anche il sovrappeso rappresenta un fattore determinante nella fase acuta di questa malattia. Il dolore, in questi casi, che è inizialmente lieve, tende a peggiorare nel corso degli anni diventando molto profondo e sordo. Va anche sottolineato che l'artrosi determina rigidità articolare soprattutto in alcuni momenti della giornata, ad esempio al risveglio o quando si rimane fermi per almeno 30 minuti.

Dolori alla schiena, Covid, smart working e consigli utili

Con la pandemia, moltissime persone hanno scoperto lo smart working, ovvero il lavorare da casa. Questo inevitabilmente richiede tante ore passate davanti allo schermo di un pc in posizione seduta. Non mancano così coloro che hanno iniziato a soffrire di mal di schiena da lavoro, che può diventare anche un problema abbastanza cronico. 

Molto spesso sedia da lavoro e mal di schiena sono correlate. Il che vuol dire che è sempre meglio prediligere modelli ergonomici che si adattano alla forma della schiena. Questo tipo di modello permette di mantenere una posizione comoda e di affrontare al meglio la giornata di lavoro. Con il Covid il mal di schiena è diventato uno dei dolori più ricorrenti per chi ha iniziato a lavorare da casa. E questo, alla lunga, può anche determinare disturbi infiammatori a carico delle vertebre e aumentare la probabilità di andare incontro ad artrosi. Occorre comunque precisare che non si tratta di una condizione irrimediabile, ma con cui si può anche convivere gestendo correttamente il dolore.

Rimedi per i dolori alla schiena

Per chi è costretto a lavorare da casa consigli utili possono essere quelli per le terapie contro i dolori. Ad esempio, la magnetoterapia che oggi è una delle soluzioni migliori, in quanto sfrutta tutti i benefici dei campi magnetici a scopo curativo. Ma non solo, riesce anche a riabilitare molto bene ossa e muscoli, ad esempio, dopo traumi. 

Ci sono diversi studi che confermano quanto la magnetoterapia possa essere un ottimo rimedio contro i dolori articolari a carico della schiena. Favorendo molto bene la guarigione in seguito alle fratture, è sicuramente una soluzione efficiente. Spikenergy offre una serie di prodotti che sono stati studiati proprio per garantire un supporto contro il dolore acuto e cronico. Spikenergy mette a disposizione sia di chi fa sport, sia di chi soffre di dolore alla schiena dopo essere stati seduti, diversi prodotti idonei. Una gamma di articoli unisex che si adattano alla perfezione a varie patologie causate da edema e infiammazione.

Smart working consigli ed esercizi utili

Per chi lavora da casa ci sono diversi consigli utili. Ovviamente, è fondamentale metterli in pratica con una certa regolarità così da avere concreti benefici. Ci sono una serie di esercizi per mal di schiena e cervicale che si sono dimostrati molto efficaci, soprattutto per chi passa tante ore davanti al pc seduto. 

Ad esempio ci sono quelli con allungamenti degli arti inferiori che permettono alle articolazioni di estendersi bene sia a livello della schiena che delle gambe. Questo permette di tenerle in attività evitando che possano dare origine a dolori di varia natura. Inoltre, rimanendo in posizione stesa, potrebbe essere molto utile sollevare le gambe piegando leggermente il ginocchio in avanti. Con un esercizio del genere si ha modo di muovere bene l'articolazione evitando uno sforzo eccessivo. Riservarsi anche un quarto d'ora al giorno per fare degli esercizi di questo tipo può essere davvero utile.